ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Papa nelle Filippine: la classe dirigente sia esemplare per integrità e impegno verso il bene comune

Salutato da decine di migliaia di persone al suo arrivo a Manila, Papa Francesco ha sollecitato il governo delle Filippine a contrastare la

Lettura in corso:

Il Papa nelle Filippine: la classe dirigente sia esemplare per integrità e impegno verso il bene comune

Dimensioni di testo Aa Aa

Salutato da decine di migliaia di persone al suo arrivo a Manila, Papa Francesco ha sollecitato il governo delle Filippine a contrastare la corruzione e le disuguaglianze sociali che aflliggono il Paese più cattolico dell’Asia.

Il Pontefice è stato ricevuto nel palazzo presidenziale dal capo dello Stato, Benigno Aquino, che nel 2010 aveva inaugurato il suo mandato promettendo maggiore trasparenza: un obiettivo che si conferma difficile da raggiungere.

Francesco ha detto che “ora, più che mai, è necessario che i leader politici abbiano un comportamento esemplare in termini di onestà, integrità e dedizione al bene comune”.

Il Pontefice ha quindi celebrato messa nella cattedrale di Manila, dove, nel suo stile ormai consueto, ha scherzato con i fedeli.

Durante la visita non sono mancate polemiche, rivolte soprattutto contro il governo. Centinaia di attivisti che manifestavano contro la fame e la disoccupazione hanno denunciato di essere stati tenuti lontani durante il passaggio del Pontefice.

Vencer Crisosto, presidente dell’associazione Anakbayan: “Hanno impedito ai poveri di incontrare il Papa. Hanno issato delle barricate e tutto questo è paradossale perché si tratta del Papa dei poveri”.

Fa discutere anche un articolo del quotidiano britannico “Daily Mail”, secondo il quale centinaia di bambini di strada sarebbero stati rinchiusi in centri di detenzione per adulti, per mascherare la povertà diffusa.