ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: l'Università al-Azhar critica la prima pagina di Charlie Hebdo

Una condanna alla pubblicazione della caricatura del Profeta Maometto in prima pagina su Charlie Hebdo arriva dall’Università al-Azhar del Cairo, uno

Lettura in corso:

Egitto: l'Università al-Azhar critica la prima pagina di Charlie Hebdo

Dimensioni di testo Aa Aa

Una condanna alla pubblicazione della caricatura del Profeta Maometto in prima pagina su Charlie Hebdo arriva dall’Università al-Azhar del Cairo, uno dei principali centri d’insegnamento religioso dell’Islam sunnita. Il centro ha definito le vignette sul Profeta, il frutto di “un’immaginazione malata”. Al-Azhar aveva condannato l’attacco al giornale, precisando che “l’Islam condanna ogni violenza”. Un rappresentante dell’Università, Abbas Shoman:

“Non dovrebbero urtare i sentimenti degli altri, come abbiamo imparato dall’Islam. Chiediamo a tutti i mussulmani di ignorare questo lavoro, di non prestargli attenzione, di non parlarne nemmeno, in modo da evitare reazioni, specialmente quelle violente perché le cose potrebbero peggiorare”.

L’istituzione egiziana preposta a emettere pareri religiosi, ovvero le fatwa, ha dichiarato che continuare a pubblicare le caricature di Maometto è un “atto ingiustificabilmente provocatorio nei confronti di un miliardo e mezzo di mussulmani che nel mondo amano e rispettano il Profeta”. Il nostro corrispondente Mohammed Shaikhibrahim racconta l’atmosfera al Cairo dopo la nuova pubblicazione del giornale satirico francese:

“Charlie Hebdo ha perso la solidarietà di gran parte dei mussulmani qui al Cairo dopo la pubblicazione della caricatura del Profeta Maometto, mentre le istituzioni religiose fanno appello alla moderazione e alla tolleranza.”