ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Charlie Hebdo, le nuove vignette su Maometto dividono l'opinione pubblica in tutto il mondo

Nel quartiere parigino multietnico per eccellenza, Barbes, le nuove vignette su Maometto pubblicate da Charlie Hebdo sollevano reazioni diverse

Lettura in corso:

Charlie Hebdo, le nuove vignette su Maometto dividono l'opinione pubblica in tutto il mondo

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel quartiere parigino multietnico per eccellenza, Barbes, le nuove vignette su Maometto pubblicate da Charlie Hebdo sollevano reazioni diverse.

“Siamo in un paese in cui vige la libertà d’espressione, e dunque esprimo la mia opinione. Sono contraria a quanto ha fatto Charlie Hebdo perchè ha toccato il nostro profeta, che consideriamo sacro. Possono prenderla con mio padre, mia madre o miei figli, ma non devono toccare il profeta. Non è giusto”.

“Credo che tutti abbiamo diritto all’umorismo, a giocare con le caricature. Non capisco come mai dovremmo evitare di ridere”.

Condanna per le nuove vignette arriva anche dal governo iraniano, il cui ministro degli Esteri chiede che “si metta fine all’uso improprio della libertà di parola” in Occidente, e parla di gesti provocatori da parte del giornale.

Sulla stessa linea anche le opinioni raccolte nei Territori palestinesi. Un abitante di Gaza teme che i nuovi disegni gettino benzina sul fuoco.

“Ripubblicare immagini del genere offende il profeta. Questo atteggiamento dei giornale causerà la reazione dei musulmani e degli europei, perchè si tratta di una chiara provocazione”.

Imbarazzo per il numero del dopo strage anche in altre parti del mondo. Il New York Times ha deciso di non pubblicare i disegni “per non offendere i musulmani”. La decisione del direttore tuttavia è stata criticata dal garante dei lettori, secondo cui “il valore di notizia dell’immagine avrebbe dovuto prevalere”.