ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele piange i "suoi" morti nella follia fondamentalista di Parigi

Funerali a Givat Shaul per le quattro vittime uccise nel supermercato kosher di Port de Vincennes.

Lettura in corso:

Israele piange i "suoi" morti nella follia fondamentalista di Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ultime vittime della tre giorni di terrore parigina giacciono ora nella “collina del riposo”, il cimitero di Givat Shaul, nella parte ovest di Gerusalemme.

Yohan Cohen, 22enne, commesso del supermercato kosher attaccato da Amedi Coulibaly, morto nel tentativo di disarmarlo.

E poi i tre clienti del negozio Yohav Hattab, originario della Tunisia, figlio 21enne del gran rabbino di Tunisi, appena rientrato da un viaggio in Israele.

Da Tunisi proveniva anche François-Michel Saada, manager di fondi pensione. Lascia due figli che vivono in Israele.

Da poco lavorava come agente assicurativo a Port de Vincennes Philippe Braham, frequentatore della moschea di Montrouge, il sobborgo parigino dove il suo killer aveva ucciso la prima volta.

Per loro, oggi, la commozione di Israele.