ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo per l'attentato alla Maratona. Boston seleziona i giurati

A loro decidere se l'unico imputato dovrà essere condannato a morte. A fine mese le dichiarazioni d'apertura di accusa e difesa

Lettura in corso:

Processo per l'attentato alla Maratona. Boston seleziona i giurati

Dimensioni di testo Aa Aa

Voltare pagina e archiviare il dolore con un patteggiamento o cercare giustizia con una condanna a morte. E’ in una Boston spaccata e ancora lacerata dall’attentato alla maratona del 2013, che è iniziata la selezione dei giurati chiamati a pronunciarsi sul destino di Dzokhar Tsarnaev.

Point of view

Il collegio difensivo è composto da pesi massimi - dicono gli esperti -. Un nome su tutti quello di Judy Clarke

Contro il presunto responsabile, ben 30 capi d’imputazione. Dalla sua, dei legali dagli impressionanti trascorsi.

“E’ un collegio difensivo di pesi massimi – spiega Daniel Medwed, della Northeastern University School of Law -. Judy Clarke è forse la miglior penalista del Paese per i casi che prevedono la pena capitale. Ha difeso fra gli altri Eric Rudolph, Theodore Kaczynski, Jared Loughner. Tutti casi difficili, per cui ha svolto uno straordinario lavoro difensivo”.

Già persa la battaglia per lo spostamento del processo, la difesa dovrà però ora vedersela con una giuria di Boston: 12 persone da selezionare in tre settimane, che rivivranno poi in aula quel 15 aprile e decideranno se a fare giustizia alle tre vittime e agli oltre 260 feriti dovrà essere una condanna a morte.