ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Hong Kong spettacolo sulla baia, a Pyongyang non si vede Kim Jong Un

Fuochi pirotecnici per il capodanno asiatico, ma a Tokyo c'è chi preferisce la campana del tempio. Pechino dal "nido d'uccello" punta i giochi invernali 2022.

Lettura in corso:

A Hong Kong spettacolo sulla baia, a Pyongyang non si vede Kim Jong Un

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo quelli dell’Oceania, è stato il turno dei festeggiamenti nell’estremo oriente asitico, con l’eccezione dell’Indonesia, che per via della tragedia del volo 8501 ha cancellato molti degli eventi in programma.

A Hong Kong spettacolo pirotecnico sulla baia di altissimo livello, per illuminare i primi minuti del 2015.

A Tokyo, invece, tradizionale è assistere al cambio d’anno nel tempio buddista di Zojoji, la cui enorme campana viene suonata allo scoccare della mezzanotte. 108 volte, tanti quanti sono i peccati dai quali gli uomini vanno assolti.

E c‘è anche chi la penitenza la fa correndo scalzo e pressoché nudo nella neve.

Anche ai nordcoreani piace giocare coi fuochi. Quindici minuti sono durati quelli sparati da piazza Kim Il Sung e trasmessi dalla tv nazionale. Ma l’attuale dittatore Kim Jong Un, non si è visto alla celebrazione.

Infine Pechino, dove i festeggiamenti hanno avuto tema olimpico, dal “nido di uccello”, dove si sono celebrate alcune delle gare dei giochi 2008, migliaia di abitanti della Capitale cinese hanno rinnovato la sfida a cinque cerchi per l’edizione invernale 2022.