ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ingovernabile il traghetto in fiamme. Niente vittime, ma il meteo ritarda i soccorsi

Nel primo pomeriggio circa 110 persone erano state tratte in salvo. Un black-out che impedisce di calare le scialuppe costringe le altre ad attendere a bordo

Lettura in corso:

Ingovernabile il traghetto in fiamme. Niente vittime, ma il meteo ritarda i soccorsi

Dimensioni di testo Aa Aa

Niente vittime, ma il traghetto partito da Patrasso e diretto ad Ancona su cui è scoppiato un incendio è ormai ingovernabile e le avverse condizioni meteo ritardano i soccorsi.

A darne notizia è il capitano dell’imbarcazione della Norman Atlantic, che al largo dell’isola greca di Othonoi, non lontano da Corfù, aveva segnalato le fiamme, ora considerate come parzialmente sotto controllo. La Marina Militare italiana ha fatto sapere che delle oltre 470 persone a bordo, nel primo pomeriggio circa 110 erano state tratte in salvo. Un black-out elettrico che impedisce di calare le scialuppe costringe le altre ad attendere sui ponti più alti.

Imponente lo spiegamento di mezzi di soccorso. Le operazioni sono coordinate dalle autorità italiane, coadiuvate da quelle greche.

Tramite un messaggio inviato su Twitter, il premier Matteo Renzi ha fatto sapere in mattinata di seguire lo sviluppo della situazione con il suo omologo greco Antonis Samaras.

In questa grafica da più media ripresa su Twitter, la localizzazione del traghetto in mattinata, con tutte le imbarcazioni intervenute per prestargli soccorso.

In base alle prime ricostruzioni sembra che l’incendio sia divampato sul ponte auto per poi diffondersi ad altre parti del traghetto. Un passeggero citato da una televisione greca ha detto che “il calore era tale, che le scarpe avevano cominciato a sciogliersi”.