ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: un Natale così-così, tra paure e preoccupazioni

Natale con sicurezza rafforzata, in Francia: tre incidenti negli ultimi giorni fanno temere azioni terroristiche, ma anche l’opera di squilibrati

Lettura in corso:

Francia: un Natale così-così, tra paure e preoccupazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Natale con sicurezza rafforzata, in Francia: tre incidenti negli ultimi giorni fanno temere azioni terroristiche, ma anche l’opera di squilibrati. Come nell’ultimo caso, un furgoncino lanciato sulla folla nel mercatino di Natale di Nantes: nulla a che vedere con il terrorismo, secondo il governo, ma trecento militari in più nelle zone più affollate sono stati messi. Fa parte del dispositivo chiamato Vigipirate, che entra in azione nei momenti di particolare allerta.

Attenzione particolare anche al contesto economico, si temeva il crollo delle vendite in una stagione di crisi, ma non è così, secondo una commessa nei magazzini Lafayette, a Parigi:

“Se si deve risparmiare si taglia sugli acquisti per sé e non su quelli per gli altri, la gente vuole comunque mostrare il proprio affetto, e alla fine spendono come negli anni precedenti. Quest’anno non abbiamo visto nessuna differenza”.

Nessuna differenza anche nell’abitudine di molti, di cercare i regali all’ultimo minuto o quasi:

“Sì, abbiamo poco tempo, ma facciamo acquisti fino all’ultimo minuto. Questo centro commerciale è abbastanza grande per trovare comunque quello che cerchi”.

Certo, in una città come Parigi si sente la magia di Natale, o almeno la cercano anche le migliaia di turisti stranieri. Una magia che però non funziona con il mercato del lavoro, a giudicare dai dati della disoccupazione resi noti proprio in queste ore: un nuovo aumento, un nuovo record.