This content is not available in your region

Gravity: Austria sugli scudi, Vonn rimanda il record

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Gravity: Austria sugli scudi, Vonn rimanda il record

<p>Benvenuti a Gravity, il nostro settimanale dedicato allo sci alpino, lo sport n. 1 in Austria. </p> <p>Il motivo è palese, basta leggere i risultati: vittoria di Marcel Hirscher nel gigante in Alta Badia e doppietta per Elisabeth Goergl e Anna Fenninger nel super-G in Val d’Isere.<br /> —-</p> <p><strong>Doppietta austriaca, record rimandato per la Vonn</strong></p> <p>In Val D’Isere, esulta Elisabeth Goergl, la quale ha preceduto di 5 centesimi la connazionale Anna Fenninger, festeggiando così il settimo trionfo in carriera. </p> <p>A completare il podio, non poteva mancare l’inossidabile Tina Maze, che resta saldamente al comando della classifica generale, grazie a 656 punti contro i 407 raggranellati dalla Fenninger, diretta inseguitrice. </p> <p>Buono il risultato di squadra per le sciatrici azzurre, che piazzano 6 ragazze tra le prime 20: Nadia Fanchini chiude quinta, 2 posizioni avanti a Daniela Merighetti. </p> <p>Fallisce, intanto, l’assalto di Lindsey Vonn al record di vittorie targato Moser-Proell: la bella statunitense, recente vincitrice della discesa, infatti, è a una sola spanna dal record di 62 vittorie ma è scivolata sul più bello e dovrà rimandare, pertanto, il personale appuntamento con la storia. <br /> —-</p> <p>Tra gli uomini, 12 sono gli eventi svoltisi dall’inizio della stagione: 6 per velocisti – con altrettanti podi per Kjetil Jansrud – e 6 per tecnici, con parecchi podi per Marcel Hirscher, dominatore sulla “Gran Risa”.</p> <p><strong>Ancora Hirscher</strong></p> <p>In Alta Badia, per la Coppa del Mondo di sci alpino, slalom senza storia con uno straripante protagonista: Marcel Hirscher.</p> <p>L’austriaco centra così il successo numero 27 in carriera, per effetto di 2 manches impeccabili, precedendo Ted Ligety, secondo, il quale pur recuperando 5 posizioni nulla ha potuto contro lo strapotere del vincitore. </p> <p>Terza piazza appannaggio del francese Fanara, che ha superato in extremis il connazionale Pinturault, quinto Neureuther.</p> <p>Migliore degli italiani Roberto Nani, sesto.<br /> —-</p> <p><strong>Uno sguardo al passato</strong></p> <p>Parliamo del 17 Febbraio 1968: una fitta nebbia ricopre il villaggio di Chamrousse, sede delle prove di sci alpino per le Olimpiadi di Grenoble. </p> <p>Il francese Jean-Claude Killy ha già vinto la discesa – con 8 centesimi davanti al suo connazionale Guy Périllat – prima di far suo anche il gigante. </p> <p>C‘è un terzo titolo a disposizione nello slalom, ma Karl Schranz firma un tempo più veloce di lui; pochi minuti dopo, però, ecco la sorpresa: l’austriaco è squalificato dalla giuria per aver saltato 2 porte, sicchè Killy emula Toni Sailer, artefice di un triplo oro ai Giochi di Cortina d’Ampezzo 12 anni prima.</p> <p><strong>L’analisi</strong></p> <p>Dopo Jean-Claude Killy nel ’67/‘68 e Luc Alphand nel ’97, Alexis Pinturault può diventare il terzo francese a vincere la Coppa del Mondo. </p> <p>Lo sciatore di Courchevel detiene per ora il quinto posto assoluto e ha i numeri per fare ancora meglio, a giudizio dell’esperto, Franck Piccard.</p> <p>“Questo potrebbe essere l’anno giusto per lui – dice quest’ultimo -. Ha cambiato attrezzature, ha ampliato il suo palmarès ed è stato artefice di un discreto inizio di stagione, sia negli allenamenti che nelle prime gare. Credo sia in grado di andare a mille in 3 o 4 discipline. Ha una capacità fisica fenomenale. Così, lo vedo quanto meno finire sul podio alla fine della stagione. Deve sentirlo possibile e conquistarlo. Si tratta di uno sciatore transalpino molto, molto talentuoso”.</p> <strong>It’s snowtime</strong> <p>Pinturault e suoi rivali rimarranno in Italia lunedi per disputare lo slalom in notturna a Madonna di Campiglio. </p> <p>Gravity vi dà appuntamento a domenica prossima e sino ad allora, come d’abitudine, eccovi le migliori immagini del weekend: snowtime.</p>