ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Qual è il vostro film preferito del 2014?


cinema

Qual è il vostro film preferito del 2014?

Elza Gonçalves, Euronews:

“Tra i migliori film del 2014 ci sono grandi produzioni europee anche indipendenti. Molte sono candidate agli Oscar. È una scelta difficile. 84 paesi hanno proposto i loro film e solo 5 saranno selezionati. Le candidature sono annunciate a gennaio. Vediamo alcuni dei favoriti”.

“Due giorni,una notte” film belga dei fratelli Dardenne vede
Marion Cotillard nel ruolo principale di madre e moglie che rischia il licenziamento dalla sua piccola azienda se gli altri dipendenti lo voteranno, questo per via della sua depressione. Se la donna verrà licenziata gli altri dipendenti otterrano un bonus di 1000 euro.

Il candidato russo è “Leviathan” in cui
Kolya (Alexey Serebryakov) vive in una remota località rurale nella Russia del nord dove il prepotente sindaco locale ha deciso di accaparrarsi le terre di Kolia che affronta una causa legale per mettere in mutande il sindaco stesso. Il film ha già vinto a Cannes 2014 il premio della migliore sceneggiatura.

Il regista turco Nuri Bilge Ceylan con “Winter sleep” si è ispirato a Checov descrivendo un matrimonio che va in pezzi in un albergo di montagna in Anatolia. Già vincitore assoluto a Cannes “Winter sleep” rappresenta tutte le aspirazioni turche agli oscar 2015.

Per la Polonia la pellicola piu’ in vista di quest’ano è “Ida” ambientata nel grigiore degli anni Sessanta.

Anna è una giovane novizia in attesa di prendere i voti in un convento isolato dove è stata salvata in fasce durante la seconda guerra mondiale. La madre superiora la invita comunque ad andare a Varsavia per conoscere la zia Wanda che l’ha salvata diventata. Questa è ormai diventata una cinica intellettuale della nomencaltura comunista che in breve si suiciderà.
La novizia scopre allora la sua vera indentità di ebrea orfana salvata dalle grinfie della Gestapo.

“Mommy” del canadese Xavier Dolan aveva vinto ex aequo con Jean Luc Godard il gran premio della giuria. Nel film c‘è tutto il rapporto doloroso fra una madre single aggressiva e piacente e il figlio affetto dalla malattia mentale con accessi di violenza che lo fanno entare e uscire dagli istituti di cura. Attraverso questa visione simile a una gabbia, Dolan racconta personaggi molto particolari a volte quasi irreali.

Elza Gonçalves, Euronews:
“Euronews seguirà la corsa alle nomination con voi. Comunicateci allora su facebook i vostri film preferiti dell’anno”.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Giovani speranze del cinema marocchino

cinema

Giovani speranze del cinema marocchino