ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalla Nazionale di calcio spagnola alla Ferrari, i flop del 2014

Le speranze del Brasile di conquistare in casa la sua sesta Coppa del Mondo si infrangono in semifinale contro la Germania

Lettura in corso:

Dalla Nazionale di calcio spagnola alla Ferrari, i flop del 2014

Dimensioni di testo Aa Aa

Le speranze del Brasile di conquistare in casa la sua sesta Coppa del Mondo si infrangono in semifinale contro la Germania.

Finisce 7-1 per i futuri campioni del mondo, un tracollo senza precedenti nella storia della nazionale verdeoro.

Il cammino della nazionale russa di hockey su ghiaccio alle Olimpiadi di Sochi si ferma bruscamente ai quarti di finale contro la Finlandia: la Russia perde 3-1, grande delusione per i tifosi di casa.

La Spagna delude anche nel basket. Gli iberici, organizzatori del Mondiale, si presentano al torneo con tutte le loro stelle ma affondano nei quarti di finale contro la Francia.

Dopo una Coppa del Mondo e 2 titoli europei consecutivi, finisce in Brasile il dominio del “futbol” spagnolo: la nazionale di Del Bosque non va oltre la fase a gironi nel Mondiale, vinto dalla Germania.

I Miami Heat si arrendono ai San Antonio Spurs nelle finali Nba e devono rinunciare al loro terzo anello consecutivo; Miami perde anche LeBron James, che annuncia il suo addio per tornare ai Cleveland Cavaliers.

La Ferrari vive la sua peggior stagione degli ultimi 21 anni; il team di Maranello chiude il Mondiale 2014 senza vittorie, al quarto posto della classifica costruttori.

Il 2014 è un altro anno da dimenticare per Tiger Woods: il golfista americano, tormentato dagli infortuni, disputa solo 9 tornei senza vincerne nessuno e scivola al 25esimo posto del ranking mondiale.

Radamel Falcao deve rinunciare a giocare il Mondiale con la Colombia a causa di un infortunio al ginocchio: in estate l’attaccante passa al Manchester United, ma fatica ad imporsi in Premier League.

Chris Froome deve abbandonare il Tour de France a causa di una caduta nella quinta tappa: il ciclista britannico diventa il primo campione in carica dal 1980 a ritirarsi dalla Grande Boucle.

Un infortunio in allenamento impedisce a Lindsey Vonn di partecipare ai Giochi invernali di Sochi: per la sciatrice americana sfuma il sogno di arricchire il suo palmares olimpico.

Da Vincenzo Nibali a Serena Williams, i migliori sportivi del 2014

Gli eventi sportivi che hanno segnato il 2014

Gli eventi sportivi che hanno segnato il 2014 (2)