ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alla ventisettesima edizione degli EFA stravince il polacco "Ida"

Lettura in corso:

Alla ventisettesima edizione degli EFA stravince il polacco "Ida"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ventisettesima edizione per gli EFA i Premi del Cinema Europeo che per rango equivalgono agli Oscar. Il regista tedesco Wim Wenders è anche il

Ventisettesima edizione per gli EFA i Premi del Cinema Europeo che per rango equivalgono agli Oscar. Il regista tedesco Wim Wenders è anche il presidente dell’Academy europea.

Wim Wenders, regista:
“L’Europa ha bisogno del suo cinema perchè i film sono un linguaggio emozionale. Molto spesso questa Europa è vista come una struttura finanziaria ed economica, non come uno spazio emotivo, cioe’ quel che descrivono i film”.

I premi europei del cinema quest’anno rendono omaggio al regista produttore, sceneggiatore e video artista inglese, Steve McQueen che ha ricevuto il Premio World Cinema.

Steve McQueen, regista: “Il cinema è uno strumento potente, puo’ cambiare la vita, certamente trasforma le idee, credo che gli artisti…abbiano il compito non solo di divertire ma anche di portare avanti il fattore umano”.

Col suo ultimo film “12 anni schiavo” ha vinto l’Oscar, un BAFTA per il miglior film e un Golden Globe per il miglior dramma, fra gli altri premi.

Con “Shame” del 2011 McQueen rappresentava il dramma a New York di un protagonista sessodipendente interpretato da Michael Fassbender.

“Hunger” il film del suo debutto, anno 2008, aveva vinto la Caméra d’Or.

Steve McQueen:
“Questo è un premio del mondo del cinema non un premio alla carriera. Ho girato solo 3 film e non è ancora il caso di guardarsi alle spalle, guardo avanti, vediamo cosa accade. Non so cosa accadrà. Cerchero’ di fare cose migliori, che siano interessanti e vedremo dove approderemo”.

Miglior attore europeo è stato decretato l’inglese Timothy Spall per la sua interpretazione del pittore inglese del XVIII secolo, Joseph Mallord William Turner. La regia era di Mike Leigh.

Timothy Spall, attore:
“E’ sempre stata una sfida con Mike in senso buono perchè ti chiede di contribuire a costruire il personaggio”.

Timothy Spall:
“Ciao Mike, guarda questo, guarda cosa ho ottenuto per Turner e per tutti noi, per il nostro film, è bello”.

L’attrice francese Marion Cotillard, protagonista del film “Due giorni una notte” vince il premio per la protagonista femmnile. Nel film ha un lavoro in una piccola azienda. I suoi
colleghi sono stati messi davanti a una scelta: se votano per il suo licenziamento (è considerata l’anello debole della catena produttiva per via di una depressione) riceveranno un bonus di 1000 euro. In caso contrario non spetterà loro l’emolumento aggiuntivo.

Vincitore del premio per la migliore animazione è
Alessandro Rak col suo “L’arte della felicità”. Sergio è un pianista fallito che fa il tassista in una Napoli che trabocca di tristezza e immondizia. Muovendosi tra colori e ombre, presente e passato, fantasmi, rabbia e voglia di cambiamento, ma anche un sottile humour, torna all’infanzia e rievoca il rapporto con il fratello buddhista che era partito per l’India.

Il film polacco “Ida” ha fatto il pieno con 5 premi fra cui quello alla regia e la sceneggiatura.
Nel grigiore della Polonia comunista anni ’60, una novizia, che sta prendendo i voti in convento, incontra a Varsavia la zia cinica integrata nella nomenclatura dil regime che da ex resistente le ha comunque salvato la vita durante la seconda guerra mondiale quando i nazisti le hanno ucciso i genitori in quanto ebrei. Ida consce cosi’ la sua storia.

Paweł Pawlikowski, regista:
“Il cinema dovrebbe evocare delle cose e non servire soltanto a trascinare il pubblico in sala con la promessa di far piangere o ridere. Dovrebbe creare un certo tipo di linguaggio in grado di suggerire piu’ cose di quelle esplicitamente espresse in modo da farle persistere nella memoria della gente, nella loro immaginazione”.

Wolfgang Spindler, euronews:
I registi polacchi hanno tutti i motivi per esultare. Il film “Ida” in bianco e nero esprime un altissimo livello artistico ed una grande prova attoriale che è alla base del suo travolgente successo di stasera.