ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hong Kong: fine della ''Rivoluzione degli Ombrelli''.''Torneremo'', dice il leader

Gli ombrelli si chiudono a Hong Kong. Il leader studentesco Alex Chow esce di scena piangendo ma promette: ‘‘Torneremo’‘. La polizia ha messo fine

Lettura in corso:

Hong Kong: fine della ''Rivoluzione degli Ombrelli''.''Torneremo'', dice il leader

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ombrelli si chiudono a Hong Kong. Il leader studentesco Alex Chow esce di scena piangendo ma promette: ‘‘Torneremo’‘.

La polizia ha messo fine alla rivoluzione pro-democrazia del movimento ‘‘Occupy central’‘, eseguendo l’ordine di sgombero dell’Alta Corte. Oltre 200 gli arresti per “assembramento illegale”. Il traffico è tornato alla normalità. All’ultimatum è seguito lo smantellamento degli ultimi presidi, a partire dall’accampamento del quartiere centrale degli affari e degli uffici governativi di Admiralty.

‘‘È meglio per tutti ma è una sfortuna non avere la possibilità di discutere con il governo,” dice una residente.

Iniziata il 27 settembre, questa contestazione democratica ha segnato la più grave crisi politica dell’ex-colonia britannica da quando nel 1997 è tornata sotto la sovranità della Cina. Un gruppo di “irriducibili’‘ non abbandona il presidio.

“Non penso che potranno mandarci via, perché questa zona è per le persone che hanno qualcosa da dire al governo. Non possono fare come con gli altri attivisti per le strade”, spiega Lau, un dimostrante.

La protesta chiede elezioni democratiche del governo locale. Gli attivisti andranno avanti affinché i candidati del voto del 2017 possano essere nominati dalla persone in modo libero senza il controllo della Cina.