ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

LeWeb: mi vesto di tecnologia

Lettura in corso:

LeWeb: mi vesto di tecnologia

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal 2004 ogni dicembre Parigi diventa il cuore del mondo digitale. Questa settimana l’ultima edizione del salone LeWeb ha attratto più di tremila

Dal 2004 ogni dicembre Parigi diventa il cuore del mondo digitale. Questa settimana l’ultima edizione del salone LeWeb ha attratto più di tremila visitatori arrivati da ottantacinque paesi.

Fra i trend individuati dagli organizzatori le economie di condivisione online, la diffusione dei droni, le nuove tecnologie in ambito sanitario.

Intanto giovani imprenditori, investitori e giganti dell’informatica non vengono qui solo a fare chiacchiere. Nomi come Uber o Square hanno spiccato il volo proprio in questi spazi.

LOÏC LE MEUR, COFONDATORE DI LEWEB:
“A LeWeb puoi trovare tutto quello che serve per lanciare il tuo business. Puoi trovare un’idea. Individuare la tua squadra, qui le persone firmano contratti e incontrano partner. E puoi anche trovare i fondi: ci sono molti investitori pronti a finanziare start-up”.

L’azienda francese Withings, pioniera nel settore internet, ne ha fatta di strada. E’ entrata nel campo della tecnologia da indossare con Activité, un orologio che conta il numero di passi e le ore di sonno, si connette al tuo smartphone ma non è uno smartwatch. Piuttosto, è un orologio smart, le sue batterie durano otto mesi.

CÉDRIC HUTCHINGS, COFONDATORE WITHINGS: “Alla Withings ribaltiamo l’equazione per offrire prodotti che durino nel tempo. Per questo diciamo: “Disegneremo un bellissimo orologio che tutti vorrebbero indossare perchè è bello e semplice”. Che poi abbia sensori e rilevi dati, è quasi secondario.

Non tutti hanno un orologio al polso – ma tutti indossano vestiti. La canadese OMsignal scommette su T-shirt che rilevano respiro e battito cardiaco e inviano i dati all’iPhone.

L’idea ha conquistato Ralph Lauren che ha scelto la startup di Montreal per produrre polo intelligenti.

STEPHANE MARCEAU, MANAGER di OMSIGNAL: “Pensiamo che ci sia una convergenza tra il mondo della tecnologia e quello della moda.
Se ti metti addosso qualcosa – che sia indossabile o accessorio deve avere per forza a che vedere con la moda. Fai una scelta di stile che investe il tuo modo di esprimerti”.