ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hong Kong, via libera dal Tribunale allo sgombero forzato dell'occupazione studentesca

La mobilitazione era partita più di due mesi fa con la richiesta di una nuova legge elettorale senza le liste bloccate ma con le candidature aperte a tutti

Lettura in corso:

Hong Kong, via libera dal Tribunale allo sgombero forzato dell'occupazione studentesca

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Tribunale supremo di Hong Kong ha dato il via libera allo sgombero forzato dei presidi installati dagli studenti nel centro della città.

Point of view

Da cittadino normale mi chiedo: cosa altro possiamo fare? Restare qui per sempre? Se vogliamo andare avanti allora bisogna fermarsi, riflettere e cambiare strategia

I manifestanti, che chiedono elezioni libere e senza le liste bloccate, hanno tempo fino a giovedi per ritirarsi, prima dell’intervento della polizia.

E ora i promotori della mobilitazione discutono come andare avanti.

“Forse il movimento si è trascinato un po’ troppo. Da cittadino normale mi chiedo: cosa altro possiamo fare? Restare qui per sempre? Se vogliamo andare avanti allora bisogna fermarsi, riflettere e cambiare strategia”.

“Se ci chiediamo quali risultati abbiamo ottenuto, la risposta è: zero. Possiamo vedere che sia il governo di Hong Kong che quello della madrepatria non hanno fatto concessioni. Gli studenti hanno ridotto le loro richieste. Gli studenti in sciopero della fame chiedono solo un incontro, ma anche questa richiesta è stata respinta”.

Iniziata più di due mesi fa, la protesta punta a ottenere, in vista del prossimo rinnovo del parlamento, una nuova legge elettorale senza liste bloccate e con le candidature aperte a tutti.