ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: prima boccia l'Italia e la Francia sulle riforme, poi ci ripensa

Lettura in corso:

Germania: prima boccia l'Italia e la Francia sulle riforme, poi ci ripensa

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la tirata d’orecchie a Italia e Francia sulle riforme, Berlino ci ripensa. Domenica, la cancelliera tedesca Angela Merkel, in un’intervista al quotidiano Die Welt, aveva detto di condividere i dubbi della Commissione europea sulle misure di risanamento dei due Paesi, giudicandole insufficenti.

Ventiquattr’ore dopo, a margine dell’Eurogruppo di Bruxelles, il ministro delle Finanze tedesco cambia tono. “L’Italia – dice Wolfgang Shaeuble – ha approvato in Parlamento una notevole riforma del proprio mercato del lavoro. La Francia ha predisposto misure aggiuntive. Ci stiamo muovendo tutti nella giusta direzione e anche la Germania deve fare uno sforzo”.

Polemiche archiviate, quindi? Forse. O magari è solo un’inversione delle parti, tra il falco e la cancelliera. Certo è che Roma, Parigi e Berlino torneranno a marzo sotto la lente della Commissione, che richiede misure aggiuntive per colmare il gap tra il bilancio attuale e gli obiettivi per il 2015.