ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuove soluzioni contro l'abbandono scolastico

Lettura in corso:

Nuove soluzioni contro l'abbandono scolastico

Dimensioni di testo Aa Aa

L’abbandono scolastico resta un grave problema in molti Paesi. Oggi esistono però nuovi metodi che hanno lo scopo di riportare sui banchi di scuola i ragazzi. L’obiettivo principale resta dar loro gli strumenti per costruirsi un futuro migliore.

La nostra prima storia arriva dalla Romania. A Bucarest centinaia di bambini vivono nella rete fognaria della città. UNICEF stima che siano almeno 1500. La ONG Parada, fondata nei primi anni Novanta dal clown francese Miloud Oukili, mira a guidare i ragazzi verso una formazione e un’alfabetizzazione professionale. Strumento per raggiungere uno scopo simile: il circo. Nel 1999 Parada ha ricevuto il premio UNICEF ‘Dalla parte di bambini’.

Dalla Romania ci sposteremo in Messico. Il Paese guida la triste classifica dell’OCSE relativa all’abbandono scolastico. Soltanto il 65% dei messicani conclude gli studi elementari mentre appena il 46% è in possesso di un diploma di scuola media. Nel 1999 la filantropa tedesca Christel DeHaan ha fondato a Città del Messico la scuola a tempo pieno 'Casa di Christel', dedicata ai figli delle famiglie più povere. Qui l’insegnamento è gratuito a patto che i ragazzi frequentino assiduamente le lezioni e che le famiglie partecipino a dieci workshop all’anno e collaborino attivamente con la scuola. Il progetto ha ottenuto risultati talmente buoni che la Banca Mondiale sta studiandone il modello per capire come poterlo applicare in altri Paesi.

L’ultimo reportage di questa puntata di Learning World arriva dal Regno Unito, da Margate per l’esattezza, cittadina di una delle zone più povere d’Inghilterra. Qui la disoccupazione è al 20% circa. Un tasso record che non invoglia i giovani a studiare. Tre anni fa un team di insegnanti ha puntato tutto su un nuovo programma chiamato IBCC. Hanno riadattato l’International Baccalaureate, mescolando materie di studio tradizionali e formazione professionale. E i primi importanti risultati sono già arrivati.