ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marsiglia: polemica sul tesserino sanitario per i senza fissa dimora

Fa scandalo a Marsiglia il tesserino sanitario per i senza fissa dimora. La manifestazione di mercoledì ha reso visibili le proteste contro quel

Lettura in corso:

Marsiglia: polemica sul tesserino sanitario per i senza fissa dimora

Dimensioni di testo Aa Aa

Fa scandalo a Marsiglia il tesserino sanitario per i senza fissa dimora. La manifestazione di mercoledì ha reso visibili le proteste contro quel cartellino giallo distribuito ai clochard che in molti hanno giudicato troppo simile alla Stella di Davide imposta agli ebrei dalla Germania nazista.

“Non ho voglia di essere additato dalla gente, lo fanno già abbastanza, e in più con questo dove finiremo?”.

Il cartellino doveva indicare oltre al nome, le malattie croniche e le allergie della persona. Per le associazioni del settore, l’iniziativa solleva problemi di confidenzialità e stigmatizzazione. Per il sindaco e il servizio di assistenza medica, la Samu, dovrebbe invece migliorare l’accesso alle cure. Il vice sindaco Xavier Mery, con delega all’integrazione e alla lotta contro l’esclusione sociale:

“Sono scandalizzato. L’obiettivo della nostra iniziativa era semolificare l’identificazione di persone che vivono per strada e che spesso non hanno documenti. Sono libere di prendere il cartellino o no. E comunque la maggior parte di chi l’ha ricevuto è soddisfatto”.

Un centinaio di persone hanno ottenuto il tesserino sui circa 1500 senza dimora di Marsiglia. La distribuzione è stata interrotta e le autorità hanno fatto sapere che il cartellino verrà modificato.