ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Mafia Capitale": lo scandalo si estende, sospese le gare d'appalto

Così è stato arrestato Massimo Carminati, un ex terrorista dei Nuclei Armati Rivoluzionari e membro della Banda della Magliana, al centro

Lettura in corso:

"Mafia Capitale": lo scandalo si estende, sospese le gare d'appalto

Dimensioni di testo Aa Aa

Così è stato arrestato Massimo Carminati, un ex terrorista dei Nuclei Armati Rivoluzionari e membro della Banda della Magliana, al centro dell’inchiesta Mafia Capitale. Il blitz dei Carabinieri del Ros è scattata domenica, due giorni prima degli altri 36 arresti che hanno fatto scoppiare una bomba nella politica romana.

Le intercettazioni e le perquisizioni hanno messo in luce un sistema di stampo mafioso tutto romano senza legami con altre organizzazioni meridionali. Un sistema che avrebbe garantito soldi e favori in cambio di appalti.

Gli indagati sono oltre un centinaio, tra cui l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, e Italo Walter Politano, capo dell’anticorruzione in Campidoglio. Nella lista figurano anche imprenditori e dirigenti di municipalizzate. L’inchiesta è destinata ad allargarsi. Due residenti:

-“Si devono vergognare. Sono anni che come cittadina mi sento mortificata”.
-“Non si sa se convenga ancora andare a votare oppure no. Io penso di sì, perché andare a votare quanto meno si vota per il meno peggio”.

E se c‘è chi chiede lo scioglimento dell’Assemblea capitolina, la Regione Lazio ha sospeso le gare d’appalto e avviato un’indagine presso tutte le principali centrali appaltanti.