ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giornata internazionale dei disabili: obiettivo lavoro

Lettura in corso:

Giornata internazionale dei disabili: obiettivo lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Sembra un’impresa come un’altra. Ma in quest’azienda à Neufville, nel Belgio francofono, 200 impiegati su 230 sono disabili. Il tre dicembre, giornata internazionale delle persone handicappate, è l’occasione per un bilancio sulle politiche del lavoro. Il Belgio ha 122 società come questa.

Point of view

Capisco che un'azienda classica non assuma persone che hanno handicap, ma sono contento di riavere un lavoro e sentirmi utile! Eddy Jacquet

Chantal Heraut prepara le nuove leve: “Quando sono arrivata sono stata formata, ed ora a mia volta formo le persone che entrano nella classe d’ingresso nell’atelier. Passano due anni in questa cellula di formazione e poi sono assunte se lo vogliono”

Gli handicap sono di varia natura. Quest’azienda, dove il lavoro è definito su misura per la persona, funziona grazie soprattutto a fondi pubblici ma anche grazie all’attività di confezionamento per i supermercati.

Hughes Procureur è il direttore: “Per i lavoratori- spiega- il vantaggio è che noi adattiamo il posto di lavoro e l’organizzazione all’handicap individuale di ogni persona. Lo stipendio piu’ basso è di 9,50 euro all’ora, lo stipendio piu’ alto è di 14,50 euro lordo all’ora”

Lo stipendio è modesto, ma per molte persone è l’inizio di una nuova vita. Eddy è al suo primo giorno nella falegnameria. Se non ci saranno problemi, dopo due settimane di prova, sarà assunto.

Eddy Jacquet: “Ci si sente utili, perché a causa dell’handicap si pensa di non trovare piu’ niente. Capisco che un’impresa classica non assuma persone che hanno un problema, io ad esempio non posso piu’ mettermi in ginocchio, ma sono contento di riavere un lavoro. Fa piacere”

Una quindicina di paesi europei impongono delle quote per l’assunzione di disabili nel settore pubblico e privato. Ma le quote sono raramente rispettate.