ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Matteo Salvini: "Alleati con il Fronte Nazionale in Europa, ma restiamo autonomisti e federalisti"

Lettura in corso:

Matteo Salvini: "Alleati con il Fronte Nazionale in Europa, ma restiamo autonomisti e federalisti"

Dimensioni di testo Aa Aa

È una consacrazione a livello europeo quella che Matteo Salvini ha ottenuto al congresso del Fronte Nazionale a Lione.

L’invito di Marine Le Pen conferma il momento d’oro del leader della Lega Nord. Un partito in evoluzione, che sta andando oltre la battaglia nordista.

Alberto De Filippis, euronews:
Come si coniuga la vostra politica, con quella del Fronte Nazionale?

Matteo Salvini, leader della Lega Nord:
“Noi non cambiamo pelle o discorso a seconda dei contesti l’ho detto anche oggi nell’intervento. Noi continuiamo ad essere autonomisti, federalisti e per la determinazione dei popoli ovunque, dalla Scozia alla Catalogna alla Crimea al Veneto. Con Marine le Pen condividiamo alcune battaglie sull’immigrazione, sulle tasse, sull’agricoltura, sul “no all’euro”, sulla difesa della famiglia… Poi noi rimaniamo federalisti e lei ha un’altra concezione dello stato”

“Bisogna fare un cartello europeo, un’alleanza perché l’Italia non può andare da sola contro i mulini a vento. Poi ci può essere un euro a due velocità, un euro diverso per aree omogenee, il ritorno alle monete nazionali. Sicuramente quello che non sopravviverà sarà l’euro”.

“Questa Europa si sta spegnendo lentamente e disastrosamente. Quindi bisogna aumentare le persone che oggi sono intervenute a Lione con altre nazionalità, altre culture, con un collante comune che vuole un’immigrazione controllata e vuole l’uomo al centro non la banca non la finanza non i parametri del 3% non la BCE, l’uomo”.

Un’Europa dei popoli, identitaria e totalmente da riformare. Per motivi diversi, forse, il premier britannico David Cameron ha trovato degli alleati.