ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Promosse,con riserva, le leggi di stabilità di Italia e Francia

Lettura in corso:

Promosse,con riserva, le leggi di stabilità di Italia e Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Promosse, ma con il beneficio del dubbio, le leggi di stabilità di Italia e Francia. Bruxelles tende la mano a Parigi e Roma e rimanda le sue osservazioni a marzo. Le condizioni economiche restano troppo complesse per imporre correzioni alla Francia, il cui deficit corre molto al di sopra del 3% del Pil, previsto dai parametri europei, così come all’Italia, sotto osservazione per l’eccessivo livello di debito pubblico.

Che una cosa sia chiara: il tempo concesso non deve trasformarsi in tempo perso” ha affermato il Commissario agli affari economici Moscovici “Bisogna utilizzarlo per andare avanti e arrivare a marzo con dei risultati. A quel punto la Commissione non esiterà a prendersi le sue responsabilità.

Dopo le previsioni economiche al ribasso d’autunno Bruxelles ha scelto di dare fiducia ai governi francese e italiano, impegnati in questi mesi ad approvare importanti riforme. Marzo, però, è vicino e soprattutto Parigi potrebbe non riuscire a evitare l’apertura di una procedura per deficit eccessivo.

“Baseremo la nostra decisione sui dati reali, che avremo a disposizione a marzo e non su previsioni economiche” spiega a Euronews il Vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis.