ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Petrolio nella bufera

Lettura in corso:

Petrolio nella bufera

Dimensioni di testo Aa Aa

La riunione dell’OPEC di giovedì è stata una delle più cruciali degli ultimi anni. I prezzi del petrolio erano già crollati di oltre il 30% da giugno e gli occhi erano tutti puntati sul suo più grande produttore, l’Arabia Saudita.

Il giorno prima della riunione, il Ministro del petrolio saudita aveva detto che il mercato del greggio si sarebbe stabilizzato da solo. E così hanno sostenuto anche gli Emirati Arabi Uniti.

Prima della riunione il fronte era spaccato su come reagire al crollo dei prezzi, mentre i paesi dell’OPEC e la Russia, che non è membro, stavano già valutando come ritoccare i propri bilanci. Il petrolio meno caro sta anche minando i profitti dell’industria statunitense del gas di scisto , nonostante l’economia del Paese si sia di recente mostrata particolarmente solida.

In questa puntata di Business Weekly retroscena e analisi sugli effetti del terremoto che sta investendo il mercato del petrolio.