ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Rajoy: "Chiedo scusa per i corrotti del mio partito"

Lettura in corso:

Spagna, Rajoy: "Chiedo scusa per i corrotti del mio partito"

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani delle dimissioni del ministro della Sanità, Ana Mato, coinvolta in una presunta corruzione nel Partido Popular, il premier Mariano Rajoy ha assicurato che “in Spagna la corruzione non è generalizzata”.

Intervenendo davanti al parlamento, Rajoy ha annunciato modifiche alla legge sul finanziamento dei partiti, che non potranno più ricevere donazioni da persone giuridiche e neppure vedersi cancellati i debiti da parte delle banche, come è avvenuto in passato.

“Percepisco l’irritazione della gente e la sfiducia degli spagnoli, e la condivido. E’ noto a tutti che casi di corruzione hanno riguardato il mio partito, e si tratta di persone che avevano guadagnato la fiducia mia e del partito. Per questo presento le mie scuse”.

Più che ad Ana Mato, dimessasi ieri dopo il rinvio a giudizio per corruzione del marito, Rajoy si riferiva al tesoriere del suo stesso partito, in carcere per un affare di riciclaggio di denaro.

Le accuse di corruzione non risparmiano nemmeno i socialisti, hanno rapidamente fatto degradare l’immagine della politica tradizionale.Secondo alcuni sondaggi, se si votasse oggi, primo partito risulterebbe “Podemos”, il movimento di cittadini erede degli Indignados.