ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Juncker, piano da 300 mld di euro. Il peso degli investimenti privati

Lettura in corso:

Juncker, piano da 300 mld di euro. Il peso degli investimenti privati

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora non ha visto la luce. Ma il piano per la crescita del presidente della Commissione europea, che sarà presentato questo mercoledì al Parlamento di Strasburgo, già divide.

La cifra che Jean-Claude Juncker metterà sul tavolo supera i 300 miliardi di euro. Ma, ecco il punto, Bruxelles metterà di tasca propria solo 21 miliardi: 16 dal bilancio e 5 dalla Banca per gli investimenti. Per tutto il resto c‘è l’effetto leva: ogni euro speso dovrebbe essere in grado di attirare fino a quindici volte tanto in investimenti privati.

L’idea: puntare su fondi speciali per progetti infrastrutturali. Ad attrarre investitori diversi dalle banche l’utilizzo dei fondi pubblici come “cuscinetto” contro eventuali perdite iniziali. La Commissione ha pensato anche ai governi: i fondi per gli investimenti non sarebbero contati nella spesa, proprio come chiedono molti Paesi.

Strade, ferrovie, reti energetiche e di comunicazione: le possibili destinazioni sono varie. Ma permangono numerose obiezioni. Per alcuni l’effetto leva è tuttaltro che sicuro in un momento in cui manca la domanda. Altri sottolineano invece come 300 miliardi di euro (persino se messi di tasca propria) non sarebbero che una goccia nel mare dell’economia europea.