ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un gesto, e il mio smartphone risponde

Lettura in corso:

Un gesto, e il mio smartphone risponde

Dimensioni di testo Aa Aa

Ingegneri dell’Università di Washington hanno sviluppato una nuova forma di tecnologia di rilevamento, wireless, che consentirà agli utenti di abituare i propri smartphone a riconoscere e rispondere a specifici gesti della mano avvicinata al cellulare. Una gestione senza dover toccare l’apparecchio. Un po’ come accadeva nel fim “Minority Report” in cui i computer funzionavano solo con un gesto a distanza.

Sarà possibile anche per noi comandare i dispositivi elettronici a distanza, con un movimento della mano? La risposta si chiama SideSwipe un segnale radio che funziona come quello dei radar.

MATTHEW REYNOLDS, ESPERTO DI COMPUTER: “Se pensate al radar di un aereo o di una nave beh, in questo caso c‘è un trasmettitore che invia energia fuori dell’ambiente e che viene riflessa dagli oggetti vicini”.

In questo caso l’oggetto è la mano di un utente, che funziona da specchio e riflette il segnale cellulare verso la sua fonte. Reynolds dice che il segnale riflesso può essere utilizzato come una mappa in tempo reale per il sensore.

MATTHEW REYNOLDS, ESPERTO DI COMPUTER:
“ Facciamo in modo che la macchina apprenda una serie di gesti comuni. E quando vediamo che i gesti riconosciuti dal radar corrispondono a quelli preimpostati ci accorgiamo che il sistema funziona”.

Uno studio ha notato che il sensore funziona con una precisione dell’87%. Reynolds sostiene che si sta lavorando alla messa a punto di smartphone pronti a rendere corrente questa pratica.