ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, Erdogan: "donne non uguali a uomini"

Lettura in corso:

Turchia, Erdogan: "donne non uguali a uomini"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Non si possono mettere le donne e gli uomini sullo stesso piano”: un concetto espresso dal presidente turco a un convegno su donne e diritto.
Recep Tayyip Erdogan ha detto, tra l’altro, che la religione ha assegnato alle donne un posto nella società, e che questo è legato alla maternità:

“Non si può affermare che uomini e donne sono uguali, perché le loro nature sono differenti”, ha detto il presidente turco, che ha poi aggiunto: “Non si può pretendere che le donne facciano tutto quello che fanno gli uomini, come si faceva nei regimi comunisti…”

Frasi che naturalmente hanno scatenato l’indignazione dell’opposizione, di alcune ONG internazionali e dei movimenti femminili, tantopiù che Erdogan ha bollato le femministe come “contrarie alla maternità”.

Il partito di Erdogan, che governa la Turchia ininterrottamente dal 2002, è spesso accusato dai suoi detrattori di voler aumentare il peso della religione nella società, in particolare per quanto riguarda le donne. E proprio Erdogan ha spesso irritato i movimenti femminili, tentando di limitare l’aborto e consigliando di avere almeno tre figli.