ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esercitazione europea anti-terrorismo in Belgio

Lettura in corso:

Esercitazione europea anti-terrorismo in Belgio

Dimensioni di testo Aa Aa

Un gruppo anarchico legato a cellule terroristiche islamiche ha preso in ostaggio 200 persone in un’università vicino alla città belga di Anversa.

E’ lo scenario di un’esercitazione che ha visto impiegate oltre 350 forze dell’ordine e della protezione civile di sei paesi europei.

Spiega la nostra inviata Isabel Marques da Silva: “L’ultimo attacco terroristico in Belgio è stato commesso da uno criminale che ha aperto il fuoco in un museo ebraico, il terrorista tornava dal Medioriente dove aveva combattuto a fianco dei fondamentalisti. Ma l’Europa si prepara ad attachi piu’ complessi con armi chimiche e biologiche”

Dopo il rilascio, gli ostaggi sono decontaminati, si teme che i terroristi volessero spargere virus e far esplodere bombe chimiche. Solo in seguito i feriti sono stati spostati in un ospedale di campo.

“Abbiamo pazienti con ferite da armi da fuoco, feriti per cadute, feriti per attentati chimici..sono tutti curati qui”- dice la responsabile dell‘équipe medica.

Nel 2013 oltre 500 persone in tutt’Europa sono stati arrestate per sospetta attività terroristica. In Italia gli arresti sono stati 14. La piu’ grande minaccia sono ora i fondamentalisti europei che tornano dalle guerre in Medioriente.

Claus Sorensen, della Protezione civile europea sottolienea:
“E’ una minaccia distribuita in modo uniforme in Europa. Naturalmente ci sono alcuni stati membri che sono piu’ grandi e quindi hanno un numero maggiore di giovani che sono partiti, ma penso che possano colpire ovunque. Non bisogna esagerare ma bisogna essere preparati”.

Francia, Germania, Lussemburgo, Austria e Paesi Bassi hanno partecipato all’azione, una delle piu’ grandi esercitazioni anti-terrorismo sul territorio europeo.