ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: una busta di plastica per ritrovare i bimbi scamparsi

Lettura in corso:

Turchia: una busta di plastica per ritrovare i bimbi scamparsi

Dimensioni di testo Aa Aa

In Turchia la speranza di ritrovare i bambini scomparsi passa anche attraverso una busta di plastica. 4milioni di sacchetti con le foto segnaletiche dei minori spariti saranno distribuite in una ottantina di supermercati a Istanbul e in altre tre città del Paese. Un’iniziativa che ricalca quella sulle confezioni di latte degli anni ’80 negli Stati Uniti.

“Le buste di plastica con stampata la foto dei bambini entrano in ogni casa. Ci prefiggiamo due obiettivi: sensibilizzare l’opinione pubblica per prevenire altre sparizioni di minori e ritrovare quelli ancora dispersi’‘, ha spiegato Cemal Ozen, direttore dei supermercati Onur.

In Turchia sono tante le storie come quella dei genitori di Bayram, scomparso più di sette anni fa a Istanbul. “Sono felice di questa iniziativa, perché milioni di sacchetti saranno distribuiti ogni mese. Questo significa, quindi, milioni di fotografie”, dice il padre Cevher Kupsi. “Mi sveglio la mattina aspettando il ritorno di nostro figlio. Ogni volta che suona il campanello mi sembra di sentire la sua voce. Questa è la mia speranza. Quando esco mi aspetto di vederlo ovunque, per la strada o al supermercato. Vivo così le mie giornate”, dice la madre Hesna Kupsi.

Bambini rapiti per il traffico di organi, sfruttati come schiavi o reclutati dai terroristi: sono più di 14mila le denunce di minori scomparsi negli ultimi cinque anni, oltre 800 non sono ancora stati ritrovati. Ad aiutare le ricerche c‘è un autobus chiamato della speranza, voluto dai familiari dei bambini finiti nel nulla.