ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Route du Rhum: i futuri skipper solitari di Guadalupa

Lettura in corso:

Route du Rhum: i futuri skipper solitari di Guadalupa

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre prosegue la Route du Rhum 2014, con le ultime due barche della classe Imoca che hanno tagliato il traguardo, andiamo a vedere come Guadalupa s’impegna a far nascere nuovi talenti.

Rémi Pelletier: “Benvenuti a Gosier. Il nome di questa città viene da una specie di pellicano, il grande gozzo. Ora vi porto a Sainte-Anne, a pochi passi da qui, dove si trova la base nautica regionale. Qui i bambini imparano la vela, il kayak e tutti gli sport nautici”.

Christian Baptiste, sindaco di Sainte-Anne, vice presidente del consiglio regionale di Guadeloupa: “E’ qui che Philippe Fiston ha imparato, diventando lo skipper che è oggi. Ci sono le scuole e i licei che vengono qui e la regione mette a disposizione tutto il materiale. Quello che vogliamo, è fare in modo che ci siano tanti giovani di Saint-Anne e Guadalupa che possano praticare attività nautiche”.

Manu Paumier, capo della base nautica di Sainte-Anne: “La vediamo la voglia d’imparare dei giovani, è davvero forte. Sono motivati e in questo momento, con la regata in corso, lo sono ancor di piu’. Si dicono: ‘guarda quegli skipper là, che lottano nell’Atlantico, anche noi vogliamo diventare cosi’ ‘’.

Jocelyn Philibert, maestro alla base nautica di Sainte-Anne: “Quando sono debuttanti li mettiamo su una piccola barca che chiamiamo ‘l’ottimista’. Molto rapidamente vogliono pero’ essere soli sull’ottimista, per poter imitare i grandi skipper della Route du Rhum’‘.