ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gerusalemme, attentato alla sinagoga, 5 le vittime

Lettura in corso:

Gerusalemme, attentato alla sinagoga, 5 le vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è soltanto per il numero delle vittime, il più alto dal 2008 a Gerusalemme, un bilancio salito a 5 morti dopo il decesso di un poliziotto gravemente ferito.

A segnare una svolta sono soprattutto le modalità dell’attacco alla sinagoga Kehilat-Yaakov, in un quartiere ultraortodosso nelle alture ad Ovest di Gerusalemme.

Due palestinesi hanno fatto irruzione durante la preghiera del mattino, poco dopo le 7, armati di pistole, coltelli e mannaie. Originari del quartiere di Jabel Moukaber, i due sono stati uccisi dalle forze dell’ordine, rapidamente intervenute, a seguito di una breve caccia all’uomo.

Sette le persone rimaste ferite nell’attacco a seguito del quale le forze israeliane hanno arrestato alcuni membri della famiglia dei due assalitori: un decina le persone detenute.

Le autorità israeliane hanno annunciato l’abbattimento delle case dei due attentatori. Intanto si è scatenato lo scambio di accuse tra Israele e palestinesi: secondo questi ultimi l’attentato sarebbe infatti la ritorsione per l’uccisione di un conducente di autobus palestinese trovato morto domenica. Suicidio secondo l’autopsia praticata dal personale israeliano, omicidio perpetrato da coloni estremisti secondo i familiari della vittima.

E le vittime, quelle israeliane, sono state commemorate con una funzione funebre organizzata nella stessa sinagoga teatro dell’attacco alla presenza di migliaia di persone.