ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fao: fame e obesità le nuove sfide, servono azioni più decise

Lettura in corso:

Fao: fame e obesità le nuove sfide, servono azioni più decise

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un sistema alimentare squilibrato e troppo industrializzato quello che non riesce a eradicare la fame e incoraggia l’obesità. Un sistema che va cambiato.

Questo il messaggio inviato dalla Fao e dall’Oms in apertura della seconda conferenza mondiale sulla nutrizione che si tiene a Roma, davanti ai rappresentanti di 170 governi.

Negli ultimi vent’anni, la fame è stata ridotta del 21% a livello globale. In compenso, è emersa una nuova sfida: quella dell’obesità.

“C‘è qualcosa di sbagliato – afferma la direttrice generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan – mentre una parte del mondo muore di fame, un’altra raggiunge picchi di obesità tali da far arretrare le aspettative di vita e far lievitare i costi sanitari a livelli astronomici”.

Agricoltura sostenibile, acquacoltura e maggiore educazione al cibo sono indicate come alcune delle armi con cui combattere la malnutrizione, specie nei Paesi più poveri o in via di sviluppo. Ma in queste regioni, la situazione è aggravata anche dai cambiamenti climatici, dalle guerre e dalle epidemie, come quella da virus ebola.

La conferenza mondiale sulla nutrizione dura tre giorni. Giovedì, è atteso l’intervento di Papa Francesco.

Dai ministri italiani, intanto, è arrivato un accenno a Expo 2015, considerata un’occasione per un confronto sulla sicurezza alimentare.