ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I ricordi di "Selma"

Lettura in corso:

I ricordi di "Selma"

Dimensioni di testo Aa Aa

Marzo 1965. La comunità nera della città di Selma, in Alabama, Stati Uniti, organizza una marcia verso Montgomery, la capitale dello stato, ad oltre 80 chilometri. Obiettivo protestare contro gli abusi subiti dai cittadini afroamericani.

Siamo nel film “Selma” con protagonista l’attore inglese David Oyelowo.

DAVID OYELOWO, attore:
“Quando vediamo questo film viviamo una specie di shock un po’ evocativo di quello che vediamo oggi. Il sostegno ai diritti civili è stato eroso, i veri diritti civili come quelli per i quali combatterono queste persone. Quando segui il film ti accorgi che Selma era Ferguson 50 anni fa.”

“Selma” ripercorre la storia del difensore dei diritti civili Martin Luther King nel lasso dei 3 mesi che lo portano alla marcia da  Selma a Montgomery, un’azione che rivendica per i neri gli stessi diritti civili dei bianchi negli Stati Uniti. La marcia diede la stura alle nuove disposizioni sul diritto di voto nel 1965.

TESSA THOMPSON, attrice:
“Quando ho visto le prime immagini del nostro film ho pensato che sembravano le scene dell’omicidio di Ferguson. L’importanza sta nel fatto che siamo una nazione la cui storia ha al suo interno molti problemi che dobbiamo sorvegliare e cercare di comprendere”.

Con la regia di Ava DuVernay “Selma” è nei cinema a Stelle e Strisce a natale e in successione viene distribuito nel resto d’America e in Europa.