ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ricevuti i dati sulle perforazioni. L'ultimo sforzo di Philae prima del sonno

Lettura in corso:

Ricevuti i dati sulle perforazioni. L'ultimo sforzo di Philae prima del sonno

Dimensioni di testo Aa Aa

Un ultimo sforzo prima di scivolare nel sonno. Il lander Philae ha inviato con successo le informazioni raccolte nelle perforazioni effettuate dal trapano italiano SD2. In assenza della luce in grado di ricaricare le sue batterie, il lander si è poi “addormentato”.

Pur senza entrare nel merito dei dati ricevuti, l’ESA parla di “grandi differenze” rispetto alle aspettative.

Interrotti dall’entrata in stand-by di Philae, i contatti con il lander potranno essere ripristinati solo qualora i suoi pannelli solari riuscissero a captare abbastanza luce da ricaricarne le batterie.

Fino a quel momento, secondo il responsabile scientifico Jean-Pierre Bibring, sarà comunque possibile “mantenerlo in vita”.