ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giornata del diabete, l'epidemia silenziosa che ora colpisce anche i poveri

Lettura in corso:

Giornata del diabete, l'epidemia silenziosa che ora colpisce anche i poveri

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 14 novembre è la “giornata mondiale del diabete”, per sensibilizzare e informare su una malattia che una volta era cruccio dei Paesi ricchi, ma ora colpisce sempre di più anche quelli poveri.

Tra i differenti tipi di diabete, i principali sono l’uno, quando l’organismo è del tutto incapace di produrre insulina, e il due, dieci volte più frequente.

“Il diabete di tipo due è causato solo da un improprio stile di vita. Abbiamo sviluppato i geni per lo “stoccaggio del carburante” e lo abbiamo fatto con una vita sedentaria, non mangiando il cibo giusto. Quindi carichiamo pancreas e fegato di un eccesso di glucosio, che non riescono a metabolizzare”.

Il diabete è la prima causa di cecità e amputazioni, e la seconda per le malattie cardiovascolari. Spesso viene ignorato: il 50% di chi ne è affetto lo ignora, in quanto i sintomi sono subdoli e non direttamente riconducibili alla malattia.

Ma un semplice test del sangue è sufficiente a diagnosticarlo. In Italia ci saranno tanti eventi, nel week end del 15 e 16 novembre, legati alla prevenzione e cura di quella che viene definita “epidemia silenziosa del XXI secolo”..

Il “tipo due” colpisce generalmente dopo i 40 anni, persone in sovrappeso e che si alimentano in maniera scorretta. Per allontanare il rischio non c‘è modo migliore che mangiare in modo sano e fare regolarmente dello sport.