ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G20 in Australia: agenda fitta ma scarse aspettative

Lettura in corso:

G20 in Australia: agenda fitta ma scarse aspettative

Dimensioni di testo Aa Aa

In Australia, a Brisbane, si ritrovano i leader dei 19 membri del G20, più l’Unione Europea, per il vertice annuale dei Paesi più ricchi del mondo. Dal commercio al lavoro: diversi i punti in agenda a fronte di poche aspettative sulla possibilità di raggiungere risultati tangibili. Obiettivo primario è un maggior coordinamento delle politiche economiche per dare nuovo impulso e stabilità al mercato globale.

“L’agenda del G20 in questo senso dovrebbe rappresentare non solo i 20 Paesi ma le questioni mondiali. Le relazioni tra i Paesi che fanno parte del G20 e quelli che non ne fanno parte sono tanto importanti quanto le relazioni all’interno del G20”, annota il primo ministro turco Ahmet Davutoglu.

Fuori dall’agenda del ‘‘Gruppo dei 20’‘ la politica internazionale – come la crisi ucraina – la sicurezza ed i cambiamenti climatici.

Il premier australiano Tony Abbott è tanto sordo al tema ambientale da aver abolito la tassa sulle emissioni di gas serra.

Sul problema dei clima i ‘‘Grandi della Terra’‘ mettono la testa sotto la sabbia: è questo il messaggio di denuncia che, fuor di metafora, hanno inscenato 400 persone sulla spiaggia di Bondi Beach a Sydney.

Una protesta indirizzata al G20 che dovrebbe puntare a una crescita economica sostenibile.