ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A New York il teatro per i non udenti

Lettura in corso:

A New York il teatro per i non udenti

Dimensioni di testo Aa Aa

“Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde” è stato tradotto nella lingua dei segni presso il teatro dei non udenti di New York. Si tratta della quarta produzione da quando ha assunto la direzione della compagnia il nuovo direttore artistico, in carica da 4 anni.

JW Guido, regista e attore: “La nostra appare come una qualunque altra compagnia teatrale con esclusione del linguaggio che si adopera sulla scena. Tutte le altre cose sono quelle del teatro classico”.

Per l’audizione la compagnia prevede due persone per ogni ruolo, una si concentra sul linguaggio dell’attore l’altra si occupa della descrizione. Il doppio ruolo è una doppia sfida per gli attori: tutto deve essere fatto in estrema sincornia.

JW Guido:
“La sfida per il teatro non udenti credo assomiglia molto al lavoro dei doppiatori perché quando si sta recitando le voci devono essere sincroniche e devono avere lo stesso stile. Per questo ci vogliono prove supplementari, non è facile”.

Robert De Mayo che opera nel teatro per non udenti da 30 anni sostiene che le opportunità del settore si sono ridotte.

Robert De Mayo, attore:
“E’ molto difficile lavorare come attore per sordi, in passato era piu’ facile. C’erano diverse compagnie teatrali più di quelle odierne. Si tagliano i budget per le arti, naturalmente la situazione si complica per la nostra categoria di attori. E’ difficile trovare un posto di lavoro. Se ti capita una parte è una fortuna”.

Il  cast di questo  “Dr. Jekyll e Mr. Hyde“ include sia attori non udenti che attori che ci sentono.