ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A cento anni dall'inizio della Grande Guerra, in Europa ieri se ne è celebrata la fine.

Lettura in corso:

A cento anni dall'inizio della Grande Guerra, in Europa ieri se ne è celebrata la fine.

Dimensioni di testo Aa Aa

Per l’anniversario dell’armistizio in Francia il presidente François Hollande ha inaugurato l’Anello della Memoria: 500 lastre di acciaio su cui sono stati incisi i nomi di 580’000 soldati di 40 Paesi morti nel nord della Francia. In ordine alfabetico, senza distinzione tra vincitori e vinti.

In Belgio, le celebrazioni principali si sono tenuto al memoriale di Ypres, località tristemente nota per aver dato il nome all’iprite, o gas mostarda, arma chimica utilizzata massicciamente dai tedeschi nelle Fiadre.
Sul soffitto della porta Menin sono incisi i nomi di oltre 54’000 soldati caduti in guerra e rimasti senza sepoltura.

Oltremanica, a Londra un cadetto tredicienne ha piantato l’ultimo dei quasi 900’000 papaveri di ceramica che ricordano le vittime della grande guerra.
In gran bretagna il papavero ricorda i campi dell’Europa centrale dove vennero combattute le battaglie più cruente.