ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Apec, sì a "roadmap" per accordo di libero scambio Asia-Pacifico

Lettura in corso:

Apec, sì a "roadmap" per accordo di libero scambio Asia-Pacifico

Dimensioni di testo Aa Aa

La naturale evoluzione del passaggio cinese all’economia di mercato è l’abbattimento delle barriere tra un Paese e l’altro. Parola dei vertici di Pechino, i quali, al summit della Cooperazione economica Asia-Pacifico, hanno preso l’iniziativa, spingendo l’acceleratore sull’idea di un accordo di libero scambio nella regione. I leader politici presenti al vertice, tra cui il presidente americano Barack Obama e il suo omologo russo Vladimir Putin, hanno dato il via libera ad una “roadmap” in questo senso.

Risultato accolto con grande favore dal padrone di casa, il presidente cinese Xi Jinping: “Simbolizza l’inizio del processo per la predisposizione dell’area di libero scambio Asia Pacifico. E dimostra la fiducia dei membri nel portare avanti l’integrazione economica della regione. È una decisione storica, che porterà l’integrazione a nuove vette”.

Nessun conflitto, assicurano i cinesi, con le altre iniziative in corso, che anzi saranno propedeutiche al risultato finale. Nello specifico, si parla del Partenariato Trans-pacifico (TPP) proposto da Washington, che vuole congiungere le sponde dell’oceano ed escludere Pechino, e dell’Accordo per la partnership economica regionale (RCEP) della Cina, che tenderebbe a rinforzare i legami Asia-Oceania ed escluderebbe gli Stati Uniti.