ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo di libero scambio fra Cina e Corea del Sud

Lettura in corso:

Accordo di libero scambio fra Cina e Corea del Sud

Dimensioni di testo Aa Aa

Pace economica in Asia. O almeno così sembra. Cina e Corea del Sud hanno firmato un accordo di libero scambio che eliminerà le tariffe doganali sul 90% dei beni scambiati tra i due Paesi. Ai siglare la decisione due presidenti, il cinese Xi Jinpin e la sudcoreana Park Geun-hye.

Nel 2013 gli scambi tra i due Paesi sono stati di circa 183 miliardi di euro. Le esportazioni dalla Corea del Sud alla Cina sono di circa 117 miliardi, ovvero un quarto circa delle esportazioni totali del Paese.

Ovvia la soddisfazione della confindustria sudocreana che immagina davanti a sé l’apertura di sconfinate praterie di nuovi mercati. Il portavoce immagina che Pechino sarà un enorme volano per l’economia di Seul.

Ma non tutti sono entusiasti. Il comparto agricolo è terrorizzato dai bassi costi di produzione cinesi che potrebbero distruggere i proventi sudcoreani. Da qui molte manifestazioni di critica dell’accordo.

Questo mentre la Cina ha firmato anche un accordo energetico con la Russia. E per dimostrare al mondo che non esistono solo gli Stati Uniti il presidente Putin si è augurato che sempre più scambi commerciali siano in rubli e yuan. Perché “il centro del mondo non siano più gli USA”, ha detto il capo del Cremlino.