ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A casa i due cittadini Usa rilasciati da Corea del Nord, prima del tour di Obama in Asia

Lettura in corso:

A casa i due cittadini Usa rilasciati da Corea del Nord, prima del tour di Obama in Asia

Dimensioni di testo Aa Aa

Riabbracciano i familiari i due statunitensi rilasciati dalla Corea del Nord dove erano detenuti. Kenneth Bae e Matthew Todd Miller sono atterrati in una base militare nello Stato di Washington, accompagnati dal direttore dell’intelligence nazionale James Clapper. Per la prima volta questa figura è stata impegnata in un caso diplomatico del genere.

Le stesse autorità nordcoreane avrebbero chiesto un’autorità di alto profilo per negoziare la liberazione. Entrambi erano stati condannati ai lavori forzati. Il missionario Kenneth Bae, 46 anni, scontava una pena di 15 anni per crimini contro lo Stato. “Voglio semplicemente ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto – ha detto Bae – che mi hanno risollevato e non mi hanno dimenticato. Allo stesso tempo non dimentico il popolo nordocoreano. Grazie anche per aver sostenuto i miei familiari”.

Matthew Todd Miller, 24 anni, era stato condannato a sei anni di lavori forzati. Miller è arrivato in Corea del Nord con un visto turistico, che avrebbe strappato una volta nel Paese, chiedendo asilo politico. Inoltre, secondo le autorità nordcoreane, Miller avrebbe detto il falso dichiarando di avere informazioni segrete sui militari statunitensi di stanza in Corea del Sud.

Sebbene non si sappia cosa abbia spinto la Corea del Nord a liberare i due statunitensi, la decisione appare come un segnale di apertura di Pyongyang , poco prima del viaggio del presidente Obama in Asia. Ma Kim Jong Un per ora non si è ancora espresso su un eventuale ritorno al tavolo dei negoziati a sei sul programma nucleare.