ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Berlino si celebra il crollo del muro visitando i luoghi della memoria.

Lettura in corso:

A Berlino si celebra il crollo del muro visitando i luoghi della memoria.

Dimensioni di testo Aa Aa

Le celebrazioni sono in corso in tutta la città di Berlino, dove i Tedeschi ripercorrono il tracciato del Muro in visite guidate, e viene loro ricordato come un popolo venne improvvisamente tagliato in due, e cosa accadde a chi tentava di fuggire.

Ida Siekman, ricordata da una targa, fu la prima vittima del muro.
Lo costruirono davanti a casa sua. Chiudeva le finestre sino al terzo piano.
Una settimana dopo lei si gettò dal quarto.

“Li odiavo per averci imprigionato; per averci detto: Sino a qui puoi andare, ma non oltre” ricorda una donna.

Ed un uomo: “All’inizio non sapevo che sparassero alla gente, ma poi iniziarono a farlo e divenne sempre peggio”.

Un percorso della memoria nei luoghi simbolo dell’oppressione di quegli anni, ma anche della sua fine.
Sul ponte Bornholmer venne aperto il primo checkpoint e fu l’inizio della fine per la cortina di ferro.