ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: due giorni di lutto per i ragazzini uccisi a Donetsk

Lettura in corso:

Ucraina: due giorni di lutto per i ragazzini uccisi a Donetsk

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ucraina dichiara due giorni di lutto nazionale dopo la morte di due ragazzini a Donetsk. Uccisi quando un razzo ha colpito la scuola questo mercoledì. Almeno 4 sono rimasti feriti. Ed è cominciato il rimpallo di responsabilità fra le due parti in conflitto: Kiev e i separatisti filorussi.

Quello che è certo sono solo le vittime collaterali civili e il dolore del padre di uno dei due ragazzi uccisi mentre stavano a scuola.

La sfortuna dei minori colpiti è quella che la loro scuola non è lontana dall’aeroporto per cui le due parti in conflitto combattono da mesi.

Non sono le prime vittime civili di una guerra che ha già fatto migliaia di morti come spiega la madre di uno dei feriti: “Mio figlio ha 11 anni. Stava giocando a pallone quando è iniziato il bombardamento ed è stato colpito”.

Malgrado le dichiarazioni la comunità internazionale sembra impotente nell’imporre un cessate il fuoco alle parti. Dice il segretario generale dell’Osce: “la comunità internazionale dovrebbe lavorare per disinnescare le tensioni e gli accordi di Minsk sono la migliore opportunità che abbiamo per creare più stabilità sul terreno”.

Il premier ucraino Iatseniuk ha proposto di tornare ai negoziati con il cosiddetto “formato di Ginevra”, che prevede la partecipazione di Russia, Usa, Ue e
Ucraina escludendo così i separatisti e inserendo Washington. Una proposta che Mosca trova di difficile attuazione.