ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Falciati da furgone: un morto e 17 feriti a Gerusalemme e in Cisgiordania

Lettura in corso:

Falciati da furgone: un morto e 17 feriti a Gerusalemme e in Cisgiordania

Dimensioni di testo Aa Aa

A Gerusalemme e in Cisgiordania, una giornata di attentati e sangue. Un veicolo con targa palestinese si è lanciato contro un gruppo di soldati israeliani vicino al campo profughi di El-Arub, a Sud di Betlemme, in Cisgiordania. Tre militari sono rimasti feriti in modo non grave.

L’attacco è avvenuto poche ore dopo un attentato simile costato la vita a un soldato israeliano a Gerusalemme. Un furgoncino si è lanciato sulla folla in una delle arterie al confine tra Gerusalemme Ovest e Gerusalemme Est: 14 persone sono rimaste ferite. Quando il suo mezzo è rimasto bloccato nel traffico l’attentatore è sceso e ha colpito i passanti con un piede di porco. A quel punto è stato ucciso dalla polizia israeliana.

Per le autorità dello Stato Ebraico si tratta di un militante di Hamas, 38 anni, originario del campo profughi di Chouafat.

I due attentati della giornata, simili a quello avvenuto lo scorso 22 ottobre in cui erano rimaste uccise 3 persone tra cui una bambina, sono arrivati nell’ennesima giornata di scontri nella spianata delle Moschee, tornata da alcuni giorni al centro delle tensioni israelo-palestinesi.

Chiuso dalle autorità israeliane, poi brevemente riaperto, quello che per gli ebrei è il Monte del Tempio era stato ieri mattina oggetto di un’incursione di attivisti ebrei.