ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dopo la batosta elettorale Obama tende la mano ai Repubblicani

Lettura in corso:

Dopo la batosta elettorale Obama tende la mano ai Repubblicani

Dimensioni di testo Aa Aa

La coabitazione sarà dura ma l’imperativo è agire per rispondere alle attese dei cittadini. Barack Obama tende la mano ai Repubblicani all’indomani della cocente sconfitta alle elezioni di metà mandato che danno al ‘Grand Old Party’ la più larga maggioranza al Cogresso da anni.

“Come Presidente la mia unica responsabilità è quella di far funzionare le cose qui a Washington” ha detto Obama. “Quindi a tutti coloro che hanno votato dico: ho sentito la vostra voce. E anche ai due terzi degli elettori che hanno scelto di non partecipare al voto di ieri dico: ho avuto il vostro messaggio”.

Le infrastrutture e il sostegno all’esportazioni degli Stati Uniti grazie agli accordi di libero scambio con l’Unione Europa e i Paesi asiatici, sono i temi su cui Obama cercherà l’intesa, meno difficile, con i Repubblicani.

“Per ora il mio atteggiamento è di fiducia, ma fiducia da confermare. Vediamo” ha detto il Senatore repubblicano Mitch McConnell. “Gli americani hanno detto la loro. Ci hanno consegnato un governo diviso. Ora la questione per il Presidente, per me come portavoce al Senato, per il portavoce alla Camera John Boehner e per i membri del Congresso è: adesso cosa possiamo fare?”.

Il tema spinoso per eccellenza è l’immigrazione. Con un Congresso ostile sarà dura per Obama mantenere le promesse fatte all’elettorato ispanico di regolarizzare parte dei clandestini.