ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, l'ondata repubblicana conquista il Congresso

Lettura in corso:

Usa, l'ondata repubblicana conquista il Congresso

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama Mitch McConnell l’uomo che incarna la vittoria repubblicana alle elezioni di metà mandato che si sono appena concluse negli Stati Uniti.

L’ex leader della minoranza repubblicana al Senato, rieletto in Kentucky per un sesto mandato, guida oggi una maggioranza. Il suo partito ha strappato il controllo di entrambi i rami del Congresso.

“Il messaggio arrivato questa notte – ha detto a una platea di sostenitori – è che possiamo avere un reale cambiamento a Washington. E un reale cambiamento è proprio quello che intendo portare. Questa è la notte della svolta e il futuro che vedo davanti a noi è pieno di promesse. Gli elettori hanno capito che la politica perseguita finora ci ha reso più deboli dentro e fuori dai nostri confini. E ne hanno avuto abbastanza”.

Ai repubblicani bastava conquistare sei seggi per cambiare i rapporti di forza al Senato. Ne hanno ottenuti almeno sette, e in terreni non sempre facili.

In Iowa, ad esempio, dove la 44enne Joni Ernst, promettendo di tagliare le spese del governo come da giovane castrava i maiali, ha battuto il democratico Bruce Braley.

In Arkansas, un altro tra gli Stati più contesi, il repubblicano Tom Cotton ha avuto la meglio sul senatore uscente Mark Pryor accostandolo proprio al presidente Obama.

E, in Colorado, Cory Gardner è diventato il primo sfidante a battere un senatore uscente in questo Stato in 36 anni.