ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Palloncini luminosi per i 25 anni della caduta del Muro di Berlino

Lettura in corso:

Palloncini luminosi per i 25 anni della caduta del Muro di Berlino

Dimensioni di testo Aa Aa

Una pioggia di luce nel cielo di Berlino. Per chi avesse la fortuna di trovarsi nella capitale tedesca il prossimo fine settimana alzi lo sguardo all’insù per ammirare Lichtgrenze.

L’istallazione, nata dall’idea di Christopher e Marc Bauder, vuole essere un simbolo di speranza per un mondo senza confini. 8000 palloncini luminosi, gonfiati ad elio e sospesi a 2 metri dal suolo nel centro della città in commemorazione della passata divisione a 25 anni dalla caduta del muro. Un percorso luminoso di 12 km.

Un netto contrasto con quello che rappresentò quel Muro come sottolinea Christopher Bauder, uno dei due artisti:“il muro era un edificio enorme, mostruoso, grande, lungo, alto, costruito con pietre dure. Noi abbiamo voluto creare un contrasto con quello che rappresentava quel muro che ancora incide sulla dimensione architettonica. La nostra opera è fatta di materiale molto leggero, aria e luce, per cercare di guarire le cicatrici rimaste.”

Il suggestivo progetto si è ispirato alle candele portate pacificamente in corteo dai manifestanti della Germania dell’Est nei diversi raduni che precedettero la riunificazione.

Per tutto il weekend a Berlino saranno in programma mostre, eventi e visite guidate. Una nuova permanente sarà aperta dove sorgeva il Muro, in Bernauer Strasse. E poi ancora rassegne di filmati storici di quel 9 novembre 1989. Messaggi e ricordi personali legati a quella notte di 25 anni fa. A completare il programma una serie di padiglioni di informazione e torri panoramiche che offriranno una vista particolarmente suggestiva dell’installazione luminosa.