ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia. Manifestazioni ambientaliste in memoria di Rémi Fraisse

Lettura in corso:

Francia. Manifestazioni ambientaliste in memoria di Rémi Fraisse

Dimensioni di testo Aa Aa

A una settimana dalla morte di Rémi Fraisse il movimento ambientalista in Francia riafferma la propria natura pacifista. Domenica 26 ottobre il militante ambientalista, 21 anni, era rimasto ucciso da una granata offensiva lanciata dalla polizia. Ieri sul sito del cantiere della diga di Sivens, nel Tarn, sono stati simbolicamente piantati degli alberi.

“È un modo simbolico per ridare vita a questo paesaggio devastato” dice un manifestante. “E capisco bene Rémy, siamo qui anche per lui. Combatteva per mantenere la vita, non era qui per morire, era qui per la vita”.

Nella capitale non tutto è filato liscio: a Stalingrad, nel 19° arrondisement, 75 persone sono state fermate e 19 messe in custodia cautelare durante una manifestazione non autoritzzata.

Ma i limitati disordini non hanno intaccato il significato della manifestazione parigina principale, sul Campo di Marte, dove oltre 500 persone hanno effettuato un sit-in pacifico.

Il Ministro dell’Ambiente Ségolène Royal ha espresso ieri seri dubbi sulla validità del progetto di diga oggetto delle proteste. Progetto al momento sospeso in via provvisoria.