ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa Concordia: trovata l'ultima vittima del naufragio

Lettura in corso:

Costa Concordia: trovata l'ultima vittima del naufragio

Dimensioni di testo Aa Aa

“Ci vediamo a terra”: sono state le ultime parole che il cameriere indiano della Concordia Russel Rebello ha detto a un membro dell’equipaggio. Il suo viaggio è invece terminato nella cabina del ponte 8 dove è stato ritrovato il suo corpo più di mille giorni dopo lo schianto della nave sugli scogli dell’isola del Giglio.

L’ultima delle 32 vittime ha cercato di aiutare i passeggeri a raggiungere le scialuppe di salvataggio. Così lo ricorda il frattello Kevin: ‘‘Mi sono congelato per un attimo perché sono più di mille giorni che aspetto questa notizia, lui è stato veramente un eroe, ha aiutato tante persone che sono vive oggi, sono vive grazie a lui, ogni persona che ne salva un’altra deve essere considerata un eroe’‘.

Saranno gli esami del Dna a confermare scientificamente che si tratti proprio del cameriere indiano, anche se il cartellino identificativo che aveva ancora in tasca fuga ogni dubbio. Il corpo era nascosto dal mobilio che si è rovesciato durante le fasi del naufragio della nave, ormeggiata ora a Genova per essere smantellata.

Il processo va avanti, Schettino sarà sentito in aula il prossimo 2 dicembre.