ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri a Gerusalemme e in Cisgiordania tra palestinesi e polizia israeliana

Lettura in corso:

Scontri a Gerusalemme e in Cisgiordania tra palestinesi e polizia israeliana

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi scontri a Gerusalemme Est, dopo la preghiera di venerdì mattina. La polizia israeliana ha usato lacrimogeni per disperdere un gruppo di palestinesi che lanciava pietre e petardi.

In un quartiere vicino, giovani musulmani si sono raccolti pacificamente in preghiera, visto che l’accesso alla Spianata delle Moschee è stato consentito soltanto agli uomini con più di 50 anni e alle donne.

Giovedì il sito era stato chiuso del tutto, una misura eccezionale dovuta agli scontri degli ultimi giorni scoppiati dopo l’uccisione di un trentenne palestinese. La polizia israeliana lo considera l’aggressore di un rabbino dell’ultradestra nazionalista israeliana che si oppone al divieto di preghiera per gli ebrei nel luogo sacro amministrato dalle autorità musulmane. La tensione è alta a Gerusalemme da alcuni mesi, dalla guerra della scorsa estate nella Striscia di Gaza.

Nel venerdì di preghiera, si sono verificati tafferugli tra palestinesi e poliziotti israeliani anche a Ramallah e Hebron, in Cisgiordania.